• Facebook Social Icon
  • Instagram - Grigio Cerchio
  • LinkedIn Social Icon

P.IVA 05047680284

Via Porta Est 35/8

30020, Marcon (VE),

Italia

© 2017 by Federica Sassoli

Via Cargador di Ron 27

31049, Valdobbiadene (TV),

Italia

 

 

 

LIBERARSI DA AMBIENTI 

NOCIVI

"Il mondo intero desidera la libertà eppure ogni creatura ama le sue catene."
- detto indiano

L'essere umano è portato, per necessità e per istinto, ad entrare a fare parte di gruppi e a frequentare certi ambienti in modo routinario e frequente. Siamo spinti dalla ricerca di senso di appartenenza e di identità. Tal volta però una scelta fatta in passato può non essere più valida nel presente, così un sistema di relazioni che un tempo "faceva stare bene" può risultare con il passare del tempo non più "calzante" a desideri e ambizioni. In questi casi la reazione più funzionale è quella di abbandonare l'ambiente che oramai è diventato nocivo. 

Purtroppo, però, non sempre è così semplice. Legami interpersonali e regole implicite di gruppo possono costruire delle vere e proprie prigioni mentali per l'individuo, che rimane bloccato nel "dubbio", attanagliato da principi morali, dalla paura delle conseguenze relazionali. Questo accade soprattutto quando l'allentamento avrebbe delle implicazioni importanti su altri membri del gruppo (come in ambito familiare o lavorativo) o se l'ambiente di per sé non prevede scelte simili (come in gruppi religiosi o culturali). 

 

La buona notizia è che è possibile risolvere la problematica in tempi brevi, attraverso apposite tecniche che aiutano l'individuo a trovare la direzione e a scegliere le proprie priorità.